- - -


PARTITA IN GRANDE STILE LA QUINTA EDIZIONE DEL “ROTARY CAMP ANCARANO”, L’INIZIATIVA ORGANIZZATA DAI ROTARY CLUB DI MUGGIA E CAPODISTRIA A FAVORE DI 33 RAGAZZI DISABILI 

Pieno successo per l’inaugurazione della quinta edizione del “Rotary Camp Ancarano”, l’importante iniziativa sociale che fino al 7 settembre regalerà una settimana di svago e spensieratezza ad un gruppo di 33 ragazzi disabili (18 italiani e 15 sloveni) al Centro Marino della Croce Rossa Slovenia di Punta Grossa - Debelj Rtic (in prossimità dell’ex valico confinario di Lazzaretto), organizzata grazie alla partnership tra il Rotary Club Muggia e il Rotary Club Koper/Capodistria. Alla breve cerimonia di apertura hanno partecipato, oltre ai ragazzi ed alle loro famiglie i Presidenti dei Rotary Club di Muggia e Capodistria/Koper Riccardo Novacco e Janez Starman, il Ministro per gli Sloveni nel Mondo della Repubblica Slovena Tina Komel, il Governatore del Rotary Sloveno Edi Stropnich, il Governatore del Distretto 2060 del Rotary Club, Roberto Xausa, che ha insignito il responsabile del Camp Ferruccio Divo del riconoscimento “Paul Harris” e il Presidente della Consulta dei Disabili del Friuli Venezia Giulia, Vincenzo Zoccano. L’edizione 2013 del “Rotary Camp Ancarano” ha inoltre un testimonial d’eccezione, la cui inarrestabile simpatia contagerà tutti i partecipanti nella serata di mercoledì 4 settembre: il noto showman ed imitatore Andro Merkù.

“Il motto rotariano dice che impegnarsi nel Rotary cambia veramente le vite delle persone e questa ė una situazione nella quale ciò risulta evidente - hanno detto il Presidente del Rotary Club Muggia, Riccardo Novacco e di Koper Janez Starman - . In questa iniziativa abbiamo dei grandi partner e siamo felici di poter collaborare per regalare a questi ragazzi una settimana di gioia nel corso della quale avranno la possibilità di praticare diverse attività ed al contempo divertirsi”. “Oltre ad essere Ministro della Repubblica Slovena sono anche un membro della Comunità Italiana ed abitando qui vicino (vicino ad Ancarano, ndr) non possono che essere colpita favorevolmente da questa iniziativa - ha dichiarato il Ministro per gli Sloveni nel Mondo della Repubblica Slovena Tina Komel -. Pur non essendo rotariana credo che il volontariato sia una cosa bellissima. Tutta l’Europa negli ultimi mesi sta affrontando un percorso molto difficile non solo politicamente ma anche economicamente . È un problema che tocca tutti noi ma credo che eventi come il Rotary Camp Ancarano facciano la differenza. La collaborazione tra realtà di Italia e Slovenia è un grande plus e queste iniziative di solidarietà riescono ad arricchire i nostri due Stati nonostante le grandissime difficoltà che purtroppo dobbiamo affrontare”. "Sono molto lieto che ci siano iniziative come questa, che rappresentano i presupposti dell'essere rotariani - ha detto il Governatore del Rotary Sloveno Edi Stropnich -. Eventi come il Rotary Camp Ancarano esprimono al meglio i principi alla base del pensiero rotariano. Sono inoltre molto soddisfatto che ci sia una collaborazione così stretta e fattiva tra il Rotary Club Di Muggia e Koper, soprattutto perché la caduta del confine non è così lontana nel tempo, come iniziative di questo tipo la fanno sembrare". “Ovunque sarete il Rotary sarà al vostro fianco - ha detto ai ragazzi disabili del Rotary Camp Ancarano il Governatore del Distretto 2060 del Rotary Club, Roberto Xausa -. Organizzare un evento di questi tipo non è facile, ma ci riusciamo edizione dopo edizione perché le persone coinvolte hanno un grande cuore. In futuro la collaborazione tra i Rotary di Italia e Slovenia sarà ancora più forte e proprio per questo all’inizio del prossimo anno organizzeremo un incontro tra i club sloveni e quelli del Friuli Venezia Giulia”. “Ringrazio il Rotary Club per la sua sensibilità verso i problemi della disabilità - ha detto Vincenzo Zoccano, presidente della Consulta dei Disabili Fvg, che rappresentava la Regione -. Il Rotary ha saputo anticipare la Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili, infatti, ha capito che dove vive bene una persona con disabilità possono vivere bene tutti”. 

Durante il Camp i volontari dei Rotary Club di Muggia e Koper/Capodistria seguiranno personalmente gli ospiti per far loro godere appieno di tutte le attività previste: lezioni di nuoto, sedute di fisioterapia in acqua, ma anche gite in barca, momenti di musicoterapia, fisioterapia mirata, spettacoli di magia, giochi senza frontiere e cabaret. La splendida atmosfera del villaggio di Debelj Rtic, immerso nella grande pineta affacciata al mare e completamente realizzato a misura di disabile senza barriere architettoniche, sarà quindi la cornice ideale per rendere il soggiorno dei ragazzi il più confortevole e divertente possibile.

Le nostre foto



Un voluminoso album multimediale per seguire da casa tutti i nostri eventi !!

Twitter news

Ultime news