- - -

Care Amiche e cari Amici rotariani, 

desidero anzitutto ringraziarvi dell’affetto e della stima che mi avete tributato chiamandomi a questo alto incarico, che, non vi nascondo, mi preoccupa quanto mi onora.

Ritengo anzitutto opportuno porgere un caloroso saluto al Past President Gabriele Gatti e a tutti i Presidenti che mi hanno preceduto i quali, con la preziosa collaborazione dei rispettivi Consigli Direttivi, hanno permesso al Club di raggiungere traguardi sempre più prestigiosi, riconosciuti sia nel Distretto 2060 sia a livello internazionale.

A partire dallo scorso mese di marzo ho realizzato una capillare azione di ascolto delle diverse istanze dei soci; questa attività preparatoria, svolta sia con colloqui individuali, sia con una proficua riunione del Comitato dei Past Presidents, mi ha consentito di sondare in profondità le varie anime del Club, ciascuna con le sue esigenze e aspettative, non sempre coincidenti, talvolta velatamente confliggenti.

Ho quindi tentato di realizzare una sintesi unitaria, consapevole come sono delle enormi potenzialità umane e professionali di cui questo Club dispone; in questa prospettiva ho cercato di modellare un nuovo Consiglio Direttivo in grado di coniugare l’innovazione con la necessaria continuità: ho pertanto favorito un ricambio nelle cariche sensibili (Segretario e Prefetto), implementato la rappresentanza di genere (per la verità anticipata nella precedente gestione in virtù di alcune premature defezioni) e dato spazio alle diverse generazioni che formano l’effettivo. La stessa linea ho seguito nella costituzione delle Commissioni, il cui ruolo, unitamente a quello del Comitato dei Past, sarà mia premura rivitalizzare, al fine di una sempre più partecipata vita sociale.

 

Gli obiettivi che intendo perseguire in questa annata di servizio si articolano secondo cinque fondamentali direttrici, tra loro intimamente collegate:

1) AFFIATAMENTO

Se, come è stato detto, “la via del fare è l’essere”, ritengo anzitutto prioritario riscoprire con voi il concetto, in parte intraducibile, di fellowship.  Questo termine, in inglese, implica qualcosa di più e di diverso rispetto all’amicizia generalmente intesa. Essere soci del Rotary non può ridursi a una buona cena tra amici. Fellowship reca in sé l’idea di appartenenza a un gruppo di persone accomunate da un idem sentire, da valori condivisi di servizio e cura per l’umanità, nelle sua molteplici accezioni, in una prospettiva di crescita culturale.

Ecco dunque che una delle mie priorità sarà rivolta a rafforzare l’affiatamento (o, se vogliamo, la fellowship), inteso quale presupposto identitario di ciò che vogliamo fare nel mondo e per il mondo. Senza fellowship non ha senso parlare di Rotary e tanto varrebbe iscriversi a una delle tante organizzazioni di volontariato presenti nel territorio.

Per rinsaldare l’affiatamento e implementare l’assiduità, le conviviali saranno ispirate da un’apertura al territorio, alle sue realtà istituzionali, culturali e sociali, con uno sguardo attento ai grandi temi dell’attualità (uno tra tutti il referendum costituzionale previsto per il mese di ottobre) Saranno privilegiati ospiti di alto profilo provenienti dalla politica, dalla pubblica amministrazione, dall’impresa privata, dalla cultura (umanistica e scientifica), dallo sport e dallo spettacolo. Pure in questo ambito è fondamentale la fattiva partecipazione dei Soci, anche in qualità di relatori. 

Per quanto riguarda le attività culturali / ricreative, sono in programma molteplici iniziative in collaborazione con Clubs del Distretto: si comincia con l’Interclub del 29 luglio p.v. con Trieste e Trieste Nord (ospite d’eccezione Simone Cristicchi), per riprendere nel mese di ottobre con un Interclub con il Pordenone Alto Livenza in occasione della Barcolana (dove è previsto l’affitto di un’imbarcazione a disposizione dei Soci). In primavera ci recheremo a fare visita al nostro Club gemello di Novo Mesto e, successivamente, organizzeremo un’interessante escursione a Cividale in collaborazione con il locale R.C. .

Anche la consolidata relazione con il Club di Capodistria sarà coltivata.

La cena degli auguri di Natale si terrà il 21 dicembre, dopo la visita del Governatore Palmieri: l’animazione della serata sarà curata da un celebre gruppo teatrale in vernacolo triestino. 

Proseguirà l’ormai tradizionale incontro con il Panathlon e avremo occasione di aprire il Club a serate comuni con Inner Wheel, Sor Optimist, e Round Table.   

 

2) EFFETTIVO

Essere numerosi non è un valore assoluto. Non abbiamo bisogno di soci a qualunque costo. Tuttavia, le defezioni sin qui registrate destano qualche preoccupazione. Il mio obiettivo è di ampliare l’effettivo di almeno due unità, ovviamente in possesso dei requisiti statutari, entro la visita del Governatore Palmieri fissata per il 14.12.2016.

 

3) AMMINISTRAZIONE DEL CLUB

Il nostro è un Club solido dal punto di vista finanziario e questo si deve al prudente operato della nostra abile Tesoriera Maura Busico (che ringrazio per avermi accordato il suo prezioso aiuto).

Il canone annuale resterà invariato; senonché la riduzione dell’effettivo registrata negli ultimi anni ha determinato una sensibile contrazione delle entrate, incidendo in tal modo anche sulla nostra capacità operativa. Per tali ragioni, con il Consiglio Direttivo, abbiamo deliberato di ripristinare la ristorazione a buffet una volta al mese, salve le occasioni straordinarie. Il Consiglio ha altresì deciso di elevare di 5 euro la quota del costo della cena a carico del socio ospitante.

Le riunioni del Consiglio Direttivo si terranno con cadenza mensile nelle date che saranno indicate successivamente. Alle riunioni potranno essere invitati i Presidenti delle Commissioni e singoli Soci in relazione a specifiche tematiche e questioni.

L’assemblea è stata fissata per il 23 novembre p.v.. 

 

4) PROGETTI DI SERVIZIO

L’azione esterna del Club, in linea di continuità con le precedenti gestioni e sulla base delle indicazioni del distretto, sarà concentrata sulle seguenti aree d’intervento:

a. Giovani, formazione e scuola

b. Giovani e mondo del lavoro

c. Soggetti vulnerabili

d. Valorizzazione delle eccellenze (scuola, alta formazione, cultura, ricerca scientifica, sport …)

e. Valorizzazione delle risorse del territorio

f. Partnership con altri Club e Istituzioni 

Per razionalizzare l’impiego delle risorse, garantire la trasparenza delle scelte e consentire alla Commissione Nuovi Service di effettuare le proprie valutazioni, ho ritenuto di predisporre un FORMAT per le proposte di nuove iniziative, dove verranno evidenziati, a cura del socio proponente, i seguenti elementi:

 Destinatari

 Finalità e obiettivi

 Risorse umane

 Risorse finanziarie a carico del Club

 Ricadute e benefici

 Strumenti per il monitoraggio  

 Promozione dei valori rotariani

Il FORMAT sarà disponibile sul sito e sarà inviato a tutti con posta elettronica.

 

Per quanto riguarda l’area Giovani, formazione e scuola, l’annata vedrà la quarta edizione del Laboratorio Provinciale Permanente di Scrittura Creativa (focalizzata sul contrasto alle dipendenze), l’istituzione di un Ryla Junior in collaborazione con i Club giuliani, l’accoglienza della giovane Majo nell’ambito del service distrettuale Scambio Giovani (socio ospitante Michele Maglione e tutor Massimiliano Krainer) e il rafforzamento dei rapporti con i locali Rotaract e Interact già a partire dalla prossima conviviale.

Per quanto concerne l’area Giovani e mondo del 

lavoro, un’apposita Commissione di Progetto, presieduta da Gabriele Gatti, sta mettendo a punto una riedizione del service su Promozione e sviluppo della cultura d’impresa.

Com’è tradizione consolidata del nostro Club, l’area Soggetti vulnerabili è particolarmente ricca e foriera di soddisfazioni. Nella mia annata è stata prevista l’implementazione del Camp di Ancarano mediante un’attività di educazione musicale e con l’offerta di un concerto da parte del gruppo jazz del Conservatorio Tartini (fissato per la conviviale estiva del 24.8.2016) dedicato agli ospiti del Camp e al quale tutti i soci sono invitati a presenziare. In questo ambito di attività si iscrivono anche il Progetto di musicoterapia e un’attività di sostegno agli anziani ideata dal nostro socio Furio Silvestri. Da ultimo, grazie alla preziosa collaborazione di Ferruccio Divo, il nostro Club finanzierà il soggiorno di almeno tre disabili presso gli altri Camp del Distretto 2060.

Sul fronte della Valorizzazione delle eccellenze, nel mese di novembre 2016, in sede di apertura dell’anno accademico del Conservatorio Tartini (istituzione con la quale si è instaurata una straordinaria collaborazione), sarà presentata una Borsa di Studio del nostro Club destinata a tre studenti meritevoli (selezionati mediante un concorso) che potranno perfezionare la propria tecnica in Canada. Si è prevista inoltre l’attribuzione di una Borsa di studio in favore di uno studente universitario, che abbia realizzato una tesi di laurea sperimentale e innovativa.

Per quanto riguarda il settore Valorizzazione del territorio, dopo la recente sessione elettorale, si potrà finalmente sviluppare il progetto pluriennale di promozione del turismo della città di Muggia ideato dal socio Riccardo Novacco. Se vi saranno le condizioni, il Club parteciperà con gli altri Club giuliani all’organizzazione del Concerto di Natale a Trieste. Ho ritenuto tuttavia di non dover trascurare il nostro territorio di riferimento, cosicché il Club organizzerà un concerto di Natale presso il Duomo di Muggia, iniziativa che spero sarà apprezzata.

***

Queste sono le linee direttrici lungo le quali si svilupperà il mio mandato. Esse, tuttavia, non esauriscono affatto l’azione del Club, azione che potrà essere ulteriormente arricchita grazie ai suggerimenti e alle proposte di ogni singolo socio. Solo con la vostra collaborazione, anche critica, saremo pertanto in grado di realizzare gli ambiziosi obiettivi che ci siamo posti.

L’onore e l’onere di questo alto servizio saranno condivisi con una squadra affiatata, competente e qualificata che gode della mia incondizionata fiducia.

Anzitutto il Consiglio Direttivo, eletto nel mese di novembre 2015:

Vice Presidente  Annunziato Minniti

Past President     Gabriele Gatti

Incoming President Serena Tonel

Segretario Ileana Bussani

Prefetto Paolo Puppi

Tesoriere Maura Busico

Consiglieri  Riccardo Novacco, Sergio Ashiku, Massimo Pasino, Aurelio Cossutta, Andrea Frassini.

Il Consiglio sarà affiancato nella sua delicata missione dalle Commissioni Istituzionali definite dal nostro Regolamento di recente approvazione.

Di seguito riporto l’elenco delle Commissioni istituzionali con il nominativo dei relativi Presidenti:

- Effettivo: Carlo Alberto Masoli

- Progetti / Service: Stefano Battista

- Fondazione Rotary / Ancarano: Ferruccio Divo

- Nuove Generazioni: Paolo Puppi

- Affari istituzionali: Massimo Pasino

- Amministrazione: Annunziato Minniti

Ho altresì ritenuto di istituire le seguenti Commissioni di Progetto, destinate ad occuparsi di iniziative di servizio che per la loro complessità gestionale e di contenuti richiedono il supporto di una specifica struttura.

Di seguito riporto l’elenco delle Commissioni con i nominativi dei rispettivi Presidenti:

- Ryla Junior: Mauro Graziani

- Relatori: Dario Escher

- Promozione Turismo Comune di Muggia: Riccardo Novacco

- Promozione Cultura d’impresa: Gabriele Gatti

- Prevenzione Tumore alla vescica: Pierpaolo Torresini

- Borsa di studio tesi sperimentale e innovativa: Claudio Sambri

 

Una cosa sola mi sento di promettervi: la mia personale dedizione al Club e alle sue iniziative.

Ancora grazie per la fiducia.

 

Lorenzo Capaldo

6 luglio 2016

Le nostre foto



Un voluminoso album multimediale per seguire da casa tutti i nostri eventi !!

Twitter news

Ultime news